martedì 29 ottobre 2013

NUOVI RECORD SOCIALI PER MATTEO E MAURO

Un fine settimana con gare importanti, uno di quelli in cui parecchi runners concretizzano gli ultimi mesi di preparazione e svolgono le gare a cui si sono preparati. Una di queste gare è la Maratona di Venezia. Per noi presenti i Dal Maso Brathers ed il neo tesserato Luca Saporiti.
  
Grande prova di tutti e tre i nostri portacolori ed in particolare è Mauro Dal Maso che con 3:31'57" sigla il nuovo record Sociale, migliorandosi di ben 20 minuti rispetto alla Maratona di Roma fatta questa primavera. 
Non da meno è sua sorella Alessandra che, nonostante una partenza un po' troppo veloce, con 3:44'53" sigla il secondo tempo all time femminile di specialità e chiude la sua seconda Maratona stagionale, migliorandosi di oltre 7 minuti! Grande Ale, alla prossima Maratona, questa primavera, siamo sicuri che migliorerai ancora, almeno di altrettanti minuti.

Anche Saporiti Luca porta a termine il suo obiettivo e diventa a tutti gli effetti un Maratoneta finendo la sua prima Maratona in 4:56'38", bravo Luca. 
Bravissima anche l'amica Lara Galasso che continua a migliorare e alla sua seconda maratona, porta il suo personale a 4:09'53". Per tutti i risultati clicca qui               


Altro palcoscenico importante, è stato quello che a Milano vedeva impegnati oltre 1200 atleti partecipanti al Trofeo Montestella. Gara sulla distanza ufficilale dei 10Km., ha visto alla partenza quattro nostri portacolori. Come sempre grande prova di Rognoni Dario dell'Atletica da Paura che giunge secondo assoluto in 31'20" ma per noi, Grande prova di Matteo Bosco.
Matteo ultimamente ci sta abituando a grandi miglioramenti ed infatti, non perde l'occasione e giunge 61° assoluto siglando il nuovo record sociale della distanza in 36'22", migliorandosi di oltre 2'30" rispetto al suo precedente personale. 
Grandissima prova anche della nostra Chiara Quartesan. Chiara decima donna assoluta al traguardo e seconda MF35, con 40'19" fa registrare il secondo miglior tempo di una CardAtleta sulla distanza, dietro solo al 39'45" di Paola Gobbo fatto questa primavera, ed il miglior tempo MF35 aggiudicandosi altri 7 punti in classifica sociale.
A conferma del fatto che la CardAtletica porta bene, continua a migliorare anche Vincenzo Speciale.
 Vincenzo, con 41'59", fa anch'egli il primato personale ed inoltre il primato societario MM40, bravo Vince, ora ti attendiamo alla mezza di Busto.
 Miglior prestazione sui 10Km. con la maglia della CardAtletica anche per Francesca Colombo in 43'31", l'instancabile Francesca giunge trentunesima donna assoluta al traguardo.
Da annotare anche le buone prestazioni dei varesotti Mignani Fredinando, 18° assoluto in 34'18" e di Moriggi Stefano 48° assoluto in 36'05". per tutti i risultati clicca qui.                                     

Domenica che vedeva al via anche l'ultima tappa del piede d'oro. Tappa nella quale, per noi c'è da notare il buon rientro di Giovanni Vanini. Giovanni in piena ripresa è ottimo 6° all'arrivo.

La gara è stata vinta da Marco Brambilla, 2° Brassini Maurizio e terzo, l'indiscusso vincitore del circuito,  Ronnie Fochi. in Campo femminile vittoria di Sara Dossena, seconda Elena Begnis, terza Sabina Ambrosetti. 

Per noi presenti anche Lorena Castiglioni, Stefano Gornati, Pietro Fortunato, Secci Aldo, Antonio Spoti e Vanzago Aureliana, ma non essendo ancora disponibile la classifica, purtroppo non possiamo avere le loro precise posizioni.

martedì 22 ottobre 2013

LA MEZZA DEL MATT

Doverosa una premessa, prima di iniziare il mio racconto sulla Gara.

Ringrazio una persona che, qualche mese fa', ha creduto in me e mi ha aiutato a migliorare alla grande in uno sport a me praticamente sconosciuto. E' diventato il mio Coach (nella vita si ha sempre bisogno di un coach, ovunque), e sono stato fortunato ad incontrare una Bella persona. Potevo incontrare un Grande Coach ma anche un Gran Pirla (ed è una cosa molto facile, ce ne sono tanti di Pirla a questo mondo). A me è andata di lusso, ragazzo fortunato... Grazie PresCoach Enea! voto 10. Infinito
Ora posso parlare della gara... La mia prima Gara; si perche' le altre erano delle corse ma senza quel senso di responsabilita' personale verso se stessi e verso qualcuno che si attende qualcosa da te!

H 5.30
Alzataccia_ colazione da povero plebeo, in confronto alle mie solite colazioni, ma preferisco stare leggero e poi mangiare dopo qualcosa per spezzare.
1h20' di viaggio in macchina, da solo, senza pensieri, solo voglia di arrivare.
1°pisciata in autogrill e benzina alla macchina e al mio corpo, mezza lattina di monster scolata (devo trattenermi!)
H 7.40 
Arrivo a Cremona, parcheggio e vado con il mio borsone alla ricerca della famosa piazza... non ricordo il nome.. vabbeh famosa;
H 8.00
 telefonata motivazione da parte del coach! Sei carico?, Lui, Si!, Io.. Ri-Grazie!
Incontro Giacomo Lia, runner e faccia conosciuta, e poi dritto al primo cesso: doppia pisciata in pochi minuti (monster + tensione)
H 8.45
 incontro Elena che, gentilmente, mi ha preso il pettorale il giorno prima evitandomi una possibile coda. Grazie anche a Lei
Riscaldamento e incontro Ronnie fochie e Brassini, i quali non mi conoscono ma forse, mi conosceranno.. questa è un'altra storia
H 9.10
 Come gia' successo, e qui devo migliorare, penso che la partenza sia sotto un gonfiabile e invece mi accorgo che io sono li' e gli altri si spostano, leggerissimo dubbio mi entra nella testa di c.... che mi ritrovo e corro nell'altra piazza, da dove si partira' 20' piu' tardi! ffffff... sono comunque in buona posizione! Non mi posso lamentare.
H 9.30
Start! 400m a correre gia' benino come ritmo ma facendo qualche slalom di troppo e raschiando qualche marciapiede! Mi sorpassa Fochie e mi incita (allora mi conosce, ma boh...), 1km 3.52'', buona , dico tra me e me, sono uscito dal tunnel incolume, questo è gia' un buon inizio (memore di esperienze passate meno esaltanti in partenza)!

I primi 5 km vado un po' fortino 3.42-3.45 al km, spero di non saltare alla fine, mi rimprovero; al 6/7 km mi si affianca james (Giacomo Lia) e mi dice "ti incito io a te", grazie e procediamo insieme.. Sento il suo fiato un po' pesante, il mio buono: penso "sto' bene, anche se un po' le gambe le sento imballate", era solo una sensazione pero'.. giravo a 3.46-3.48 bene bene! Dietro sento un fiatone pazzesco di un personaggio che ci sta' addosso di brutto sia a me che a james e quindi, dopo qualche km, in cui ha provato a farci cadere quasi, dico lui molto gentilmente "fammi cadere, che poi cadi tu, te lo garantisco!" voto 9,5 Gentiluomo

Bel percorso, belle strade e sto' bene fino al 15 km: james si stacca, non sta' bene di stomaco e va' fuori giri! Dispiaciuto, ti devo ringrazire per la compagnia ma ora devo raggiungere il traguardo per forza di cose!

H 10.25
Corro a 3'37 il 15 km! Continuo e al 16° becco un gruppetto che spinge a 3'50'' ma ne ho e supero tutti e mi porto alle spalle di una donna che va' forte, forte. L'affianco e Le dico spingiamo insieme, ma dopo 500m si stacca e allora rimango solo io e gli ultimi 4 km! Spingo di piu' faccio 1 km a 3'30'' "cazzo cosi non arrivo alla fine". Le gambette incominciano a farsi sentire, soleo e gemelli di piu' ma tutto nella norma. Scemo un po': fiatone al 20°, ne piglio altri 10/12, NB, Nessuno mi ha superato dal 2°km in poi! (penso sia un segnale di una buona gestione di gara: 3'50'' al km e poi seconda meta' piu' forte della prima!)
H 10.45
Ultimo KM! Dico "beh cazzo o mi scoppia una coscia o oramai e' fatta.. Ma il tempo? L'orologio mi ha preso il Gps solo al 1,5 km e quindi non ci capisco piu' nulla e non mi metto a fare molti calcoli: bah, Matt, spingi e respira bene!

Zona pedonale e tanta gente ad incitare: 600m al traguardo circa: Bracco il compagno di squadra di james (uno che non scherza niente) e mi avvicino alla salitella finale in pave'; qui subito, faccia Cattiva con bavetta alla bocca, per fare un po' di scena con il pubblico.. hihihhi, Pirla! Campanile e... nuuuuuuu 1h20min08''.... "Porca di quella... che sfiga.. guardo e vedo 3'38'' ultimi 2 km!

Incomincio a farmi qualche domanda come:"Real time? Chissa'..

H11.00
Mangio in ordine: N°3 biscotti al miele (biscotti al miele? mah si butta giu'!).. gatorade da 0,5 L.. succo.. N°5 fette biscottate con nutella.. banana.. acqua.. barretta di cioccolato bianco.. rutto libero finale nella famosa piazza davanti a 500 persone_ mi dico: "queste sono le cose belle della vita e soddisfazioni super!"

Doccia e poi telefonata del coach: 1h19'50''! "contento?, si contentissimo coach!"

Organizzazione di alto livello per un garone di alto livello! Minchia 278° su 3280 arrivati.. a Milano arrivavo nei primo 80! oggi con 1h10'00'' arrivavi fuori dai primi 75! Penso.. pero', sono andato bene allora.. e non sono nessuno rispetto a questi fenomeni..

Conclusioni personali

1. Gestione della gara buona, con tempi precisi al km e forzando gli ultimi 4 km.. Significa che ero pronto di gambe
2. La testa in gara l'avevo ben accesa e funzionava bene: Ottimo!!!
3. Obiettivo raggiunto! muro degli 80' (cosa che fino a questa primavera era un sogno) superato!
4. ho un leggerissimo dubbio che potevo fare qualcosa di piu', è solo una sensazione pero', chissa'
5. MORALE: Fai sport, impegnati (fatti seguire da qualcuno serio) e fatti il tuo bel culatello che poi il risultato, prima o poi, lo raggiungi!

Alla prossima sfida! Con una piccola, o forse grande, esperienza alle spalle

Grazie alla Cardatletica, tutti inclusi dal primo all'ultimo

IL MATT

lunedì 21 ottobre 2013

UN WEEK-END DA CARDATLETI

Svariate le gare a cui hanno partecipato i CardAtleti in questo fine settimana

Maratonina di Cremona

A questa veloce Maratonina di altissimo livello generale, con 3280 atleti arrivati, valida come Campionato italiano Assoluto, per noi era presente Matteo Bosco.

Matteo, dopo alcuni mesi di preparazione, ha finalmente avuto la possibilità di esprimersi sulla distanza. 
Già reduce dal ottimo 9° posto sui 15Km. della CardaCrucca, Matteo si esprime alla grande e abbatte il muro degli 80 minuti! Con 1:19’50” sigla il terzo tempo in maratonina di un CardAtleta dietro solo alle due mezze svolte, da sua maestà di specialità, Giovanni Vanini (1:12’18” e 1’13”11”) e migliora il suo personale di inizio anno di ben 6minuti e 23 secondi! 
Incredibile Matteo! Sempre più forte e sempre più una sicurezza.

Per la cronaca la gara Maschile è stata vinta da El Barhoumi in 1:02’35”, 5° e campione Italiano Buttazzo Gianmarco in 1:03’25”, a conferma del livello è emblematico come Palamini Giuseppe con 1:03’44” sia arrivato solo 11° assoluto e terzo italiano. Alla gara presenti anche l’inossidabile, sempre in forma, Rudi Magagnoli (38anni) 52° in 1:08’40” , grande prova di Ronnie Fochi che esordisce sulla distanza con un’ottimo in 1:13’13” nonostante i primi 500m., fatti praticamente camminando per la troppa folla, facendo così capire a tutti di che pasta è fatto e candidandosi come protagonista alla prossima Mezza di Busto. Complimenti Ronnie!

Bravi anche gli amici Roberto Radice 178° in 1:16’11”, Francesco Mulè 253° in 1:20’09”, Giacomo Lia 364° in 1:23’43 e Amato Donato 408° in 1:25’00” In campo femminile vittoria di Jepkurgat in 1:12’41”, seconda e Campionessa Italiana Pinna Claudia in 1:13’14” a tener alto l’onore Varesotto come spesso accade Claudia Gelsomino, ventunesima donna con l’ottimo tempo di 1:18'59" prima di categoria.
Sempre emozionante regina Claudia!

Maratona del Lago Maggiore

Nuovo percorso rispetto l’anno scorso.
Quest’anno oltre alla distanza regina e alla staffetta 21+21Km. sì da la possibilità di svolgere anche la gara non competitiva sulla distanza della Mezza Maratona e dei 33Km.


Per i nostri, impegnato nella Maratona, c’è Roberto Bosco (papà di Matteo) alla sua
seconda Maratona stagionale. Roberto, che non tutti sanno essere un amante degli ironman,  giunge 618° assoluto e soprattutto sigla il terzo tempo sulla maratona per un CardAtleta in 4:36’42”. Veramente bravissimo.

La maratona è stata vinta dal Keniano Maina Charles in 2:16’50”, di non elevato spessore il parco partenti maschile tanto che solo la prima donna, l’Etiope Mude Zeytuna con 2:37’17” giunge al quarto posto assoluto.
Record sociale sulla distanza invece per Pietro Fortunato. 
L’eclettico Pietro, dopo aver corso 60m. indoor ad Ancona ed aver siglato il record sociale in quella distanza ,ad inizio stagione, attualmente è in piena preparazione Maratona e coglie l’occasione per correre  il suo lunghissimo in compagnia partecipando alla gara dei 33Km.
Con 2:50’36"  è il primo Cardatleta a cimentarsi nella distanza e quindi a siglarne il record sociale, ritrovandosi così, curiosamente, a detenere i record sui 60m. e sui 33Km.
Bravo anche l’amico Andrea Marzio 37° assoluto in 3’01’26”

Piede d’oro

Orfana del dominatore stagionale Ronnie Fochi, la carovana del piede d’oro ha fatto tappa ad Albizzate per la classicissima di stagione, quest’anno con tanto di variante Ovini da evitare!
Gara vinta da Ivan Breda in campo maschile e da Elena Begnis in campo Femminile, che si conferma già in buono stato di forma in vista delle gare a lei più congeniali, le campestri.
Quarto posto femminile per la pluricampionessa master Barone Francesca, mentre ottava Marsiglio Laura, quattordicesima assoluta Milani Simona, e diciassettesima assoluta e quarta di categoria, la nostra brava Lorena Castiglioni, mentra Paola Ghiraldini è ventiquattresima donna al traguardo.

In campo maschile da annotare il 3° posto di Bollini Giuseppe, l’8° posto per Stefano Castagna, il 15° di Cristiano Marchesin, il 46° per il nostro Stefanol STE Gornati, 120° di Gianfranco Crivellaro, il 239° del nostro Web Master Omar Spoti (leggi qui il suo articolo), il 299 di Goergen Peter e 364° Frigo Marco.

Corsa della Bricolla

Da segnalare anche l'ottima prova in terra elvetica del Luna (al secolo Stefano) che conclude all'ottavo posto di categoria alla Corsa della Bricolla, fermando il cronometro in 1h18'14" dei 17 km della gara: ecco i risultati 

venerdì 18 ottobre 2013

Più di seicento grazie....



Dopo quasi due settimane ed un mercatino autunnale ritorniamo abbastanza lucidi per ringraziare, Omar l'ha già fatto direttamente sul sito CardaCrucca, ma l'affetto che abbiamo sentito necessita di ulteriori grazie.

Inizierei proprio da lui: Omar che ha passato ore per confezionare un sito apposito per la gara, ha fatto video e piantine: sei il miglior web master possibile.

Tanti altri sono i ringraziamenti da fare.
Perché una cosa che riscuote così tanto seguito e così tanto successo non può che essere merito di molti.

Prima di tutto grazie al Parco del Ticino, per mantenere intatto uno dei nostri più grandi patrimoni, e darci così la possibilità di confezionare una manifestazione che ha nel percorso la sua più grande forza.

Grazie al Comune di Lonate Pozzolo per il patrocinio accordatoci e i consigli.

Grazie alla Uisp che incarna il nostro spirito sportivo, la Cardacrucca si è dimostrata, assolutamente, per tutti.

Ringraziamo tutti i Cardatleti e le loro famiglie, che si sono impegnate al massimo per la buona riuscita della gara.
Ringraziamo anche quelli che avrebbero voluto esserci e servivano di più da un'altra parte, abbiamo sentito il vostro cuore ed è stato utilissimo.
Gli altri non ce ne vorranno se ne citiamo uno per tutti: Antonio Spoti, che ha lavorato due giorni senza sosta.

Ringraziamo L' Atletica da Paura.
Grazie a Simone per essere stato un dispensatore di consigli, aiuti fisici e incoraggiamenti. Grazie
Grazie a Daniele, vero maestro di regole e memoria eccelsa di uno sport che tutti amiamo. Grazie a lui per aver parlato per ore e impreziosito la nostra manifestazione con le sue parole.
Grazie a Tonino, non so quanti avrebbero scelto di incontrarsi alle undici di sera, dopo un turno lunghissimo, per dare manforte agli amici, anche a te grazie per i consigli e la positività.

Grazie all'Atletica Verbano, siamo onorati di avervi tra i nostri amici più cari, avete lavorato tappato lacune e dispensato sorrisi, e cosa possiamo mai volere di più?

Grazie a Stefania e Angelo che sono prima di tutto due belle persone, siamo sempre più felici di aver legato il nostro nome al loro, grazie Brogioli sport.

Grazie a Maria e Adele che hanno preso le redini del ristoro mentre noi eravamo impegnati con le iscrizioni, un inchino a voi splendide signore.

Ringraziamo gli alpini che hanno voluto essere presenti con noi in un momento così importante.

Un grazie di cuore a bambini della Cardatletica e ai loro amici che si sono divertiti lavorando.

A tutti i nostri sponsor, che oltre ai premi hanno dispensato incoraggiamenti.

Grazie a Giove pluvio per essersi preso giusto quelle 4 ore di ferie che ci hanno graziato.

E un grosso grossissimo immenso grazie alle più di 600 persone che hanno deciso di venirci a trovare.

Grazie a loro, al loro entusiasmo, ai loro consigli e alla loro voglia di esserci, a chi tornerà e a chi porterà qualcuno con se, a tutti proprio tutti:

GRAZIE!



CardAtletica in lutto

La CardAtletica  si stringe al suo dirigente Luigi Natali, in questo terribile giorno.
La perdita di un padre è sempre un evento devastante, se poi questo padre è riuscito nell'intento di crescere una persona così  speciale come Gigi, sappiamo lascerà un vuoto incolmabile nel nostro mondo.
Buon viaggio Mario, la tua vita tra di noi si sposta oggi in un luogo da cui potrai vegliare sulla tua famiglia.
Guardando tuo figlio sappiamo che sei capace di grandi cose e che continuerai a farle.

Le esequie si terranno domani Sabato 19 Ottobre nella chiesa di Castelseprio.

mercoledì 16 ottobre 2013

Tanti auguri a voi!!!

Di una cosa possiamo essere certi, un primato, credo Nazionale, ce l'abbiamo anche tra i ragazzi.
In quale società si possono contare 4 atleti di 11 anni nati tutti lo stesso giorno, dello stesso anno, nello stesso ospedale a mezzora di differenza il primo dall'ultimo?
Auguri a i nostri 4 gemelli di fatto, Lorenzo e Gabriele Secci e Rachele e Jacopo Zampini, che iniziarono la loro vita 11 anni fa nella stessa stanza  e continuano a crescere allenandosi insieme!



Rachele, Jacopo, Gabriele e Lorenzo

martedì 15 ottobre 2013

Giovani Cardatleti corrono e lanciano!!!


Ed eccoci a Busto per partecipare alla nostra prima competizione provinciale riservata alla categoria Esordienti, categoria nella quale come CardAtletica vantiamo ad oggi già la bellezza di 22 bambini iscritti compresi appunto tra i 6 e gli 11 anni.

A questa manifestazione siamo presenti solo con 7 di questi atleti e quasi tutti impegnati in due prove a scelta 50m , 600m e lancio del Vortex.





Rachele 
Le prime a scendere in Pista sono le ragazzine nella prova di velocità sui 50m: bravissime sia Rachele
Zampini che in 9"10 giunge quarta della sua batteria, che Cecilia Passerini che ben si comporta in una batteria molto veloce e con 9"20 alla fine sarà diciasettesima assoluta di specialità. 
Cecilia in partenza

Martina nel tunnel di riscaldamento


Ma è nella terza batteria che la nostra Martina Speciale sbaraglia tutte le avversarie e con 8"34 vince la serie, facendo inoltre il nuovo record sociale della distanza e aggiudicandosi il terzo posto assoluto di specialità.


Grande Martina, esordio in pista fantastico! 


Gabriele

Poi è la volta dei maschietti sempre nei 50m e anche quì bravissimi tutti e tre i nostri, Gabriele Secci 12° assoluto con 8"44 infatti continua a migliorare e ancora una volta gareggia e sigla il nuovo record sociale della distanza, Bravissimo! 







Jacopo e Giulio in partenza 1a e 2a corsia
Nel segno del continuo miglioramento anche Jacopo Zampini che con 9"26 migliora di altri due decimi il suo precedente risultato in gara e bravissimo anche a Giulio Passerini, con 9"58 Giulio fà il record sociale della distanza nella categorie Esodienti B e fà forse il miglior risultato dei nostri se si considera che Giulio, classe 2005, è ben tre anni più giovane dei diretti concorrenti.

Lollo al Vortex
La competizione successiva in programma è il lancio del Vortex, qui il migliore dei nostri di giornata è Lorenzo Secci con 29,14 metri ed essendo questa la prima volta di un CardAtleta ad un concorso di lanci, si aggiudica anche il primo record sociale di specialità. Grande Lollo! 

Jako al Vortex

Bravissimo anche Jacopo Zampini che si esibisce in un'ottima rincorsa e preparazione, ma deve ancora  migliorare nell'esecuzione finale del lancio.







Le ultime gare in programma sono quelle di mezzofondo, che per la categoria esordienti significa i 600mt.

Come sempre le prime in pista sono le femmine e la nostra Martina Speciale oggi è scatenata, con 2'25"24 è dodicesima assoluta e fà suo un secondo record sociale di giornata, Bravissima Marty,

Bravissima anche Rachele Zampini che dopo un primo giro accorto, recupera posizioni si posizioni e alla fine chiude in 2'30"00 sedicesima assoluta migliorando il suo precedente personale.
Rachele, Martina e Cecilia

Da segnalare in questa gara il secondo posto assoluto di Martina Dorz, già vincitrice domenica scorsa della Nostra CardaCrucca riservata ai Ragazzini, brava Martina.

Miglioramenti anche per entrambi i nostri maschietti impegnati nei 600mt, grande prova ,infatti, di Gabriele Secci che con 2'06"08 giunge 3° di batteria e 6° assoluto e come Martina sigla il suo secondo record sociale di giornata!
Grande miglioramento di Lorenzo Secci che con 2'11"86 giunge 11° assoluto migliorando oltre che cronometricamente anche nella gestione della gara.

Per tutti i risultati completi individuali clicca qui  e per quelli di squadra clicca quì

Usciamo da questa manifestazione veramente contenti del 6° posto di squadra dietro solo alla Pol.Olonia, Atl.Arconate, Atl.Arcisate, Pro Patria, O.S.A.Saronno, società ben + grandi ed attrezzate di noi che da tempo calcano con loro atleti le piste, ma soprattutto siamo contentissimi dei nostri ragazzi sia per i continui miglioramenti atletici, ma soprattutto per l'allegria con cui praticano questo sport.
Enea con Gabriele, Lorenzo, Gulio, Jako, Cecilia, Marty e Rachele.


domenica 6 ottobre 2013

SPARO RITARDATO...BOTTO PROLUNGATO



Sono le 9.48 quando, con un ritardo di 18 minuti sull'ora prestabilita, il presidente spara il colpo d'inizio.
18 minuti per permettere a tutti quelli che erano arrivati a Tornavento, per l'edizione 0 della Cardacrucca di iscriversi, 18 minuti che non sono bastati, ancora c'erano gli ultimi al banco iscrizioni.
Ma non si poteva rimandare oltre, gli atleti e i camminatori scalpitavano.
Nonostante alle iscrizioni ci fossero nove persone, tra distributori di pacchi gara e dispensatori di pettorali non è stato possibile far defluire la meravigliosa risposta data dai podisti della zona in modo fluido.
Abbiamo peccato di inesperienza e di modestia.
Anche nelle nostre più rosee aspettative ci saremmo immaginati tanta sentita risposta.
Le preiscrizioni davano già dei grandi numeri, ma un po' per scaramanzia un po' per stupore le proiezioni che davano ci parevano esagerate.
291 le periscrizioni.
619 i partecipanti finali così suddivisi: 380 per il percorso lungo di 15 km, 203 alla 8, 8 km e 36 ragazzi e bambini alla minipodistica.
Dalla nostra parte tutto.
Il percorso nel Parco del Ticino, che non ci stancheremo mai di ringraziare per l'ospitalità, il, come ha detto un podista impegnato oggi, museo a cielo aperto con reperti storici della grande guerra, la brughiera incantevole e l'erica in fiore.
Ma soprattutto dalla nostra parte il clima.
Ci avevano allarmati parlando dell'arrivo della perturbazione Penelope che avrebbe portato acqua copiosa in questo fine settimana e così alla fine è stato, ma non subito, non dove eravamo noi.
Penelope se la prende comoda e si attarda al telaio mentre noi e, tutti quelli che hanno scelto la Cardacrucca, tessevamo il nostro esordio nel panorama delle corse.
Ne è venuto fuori un arazzo fantastico.
Piena di bella gente colorata e allegra, piena di persone che volevano essere lì, ed altre che volevano essere con noi.
Perché il successo di una gara non è patrimonio di chi l'organizza ma il valore aggiunto di chi contribuisce a renderla unica con la sua voglia di parteciparvi.
E alla fine ci sta tutto, le critiche costruttive e quelle no, ma ci sta anche la gente che arriva entusiasta al ristoro per il percorso bellissimo e la segnaletica impeccabile, ci stanno i ragazzini che versano da bere e le momentanee sparizioni dei premi, ci sta l'allegria e qualche sbuffo.
Fare contente 619 persone non è statisticamente possibile e allora va bene così.
Perché in fondo è stata una festa, una festa iniziata molto tempo fa, una festa che ha avuto una lunga preparazione, tanto lavoro e due giorni finali senza sonno e senza riposo.
Ma così dev'essere e così che fanno quelli che decidono di organizzare qualcosa per se stessi e per gli altri.
Ma le cose non si fanno mai da soli.
Non si arriva da nessuna parte senza la complicità e l'aiuto degli amici.
I ringraziamenti da fare sono talmente tanti che mi prendo un giorno di tempo, non vorrei mai scordarmi qualcuno, loro probabilmente non ci farebbero caso, ma noi non ce lo perdoneremmo.
Per ora godiamoci i commenti dei partecipanti, sentiamo ancora per un po' i complimenti a fine gara, le strette di mano e i sorrisi.
Ci sarà tempo per migliorare, ci sarà tempo per fare tesoro di tutte le cose che non sono andate come volevamo, ma per oggi, parafrasando un grande poeta, lasciateci essere felici, a tanta gente è successo qualcosa.
In 619 hanno partecipato alla Cardacrucca edizione 0 ed a loro, a tutti loro, va il nostro più sentito grazie.
Non potevamo chiedere di più per il primo compleanno della nostra società!